Arte e Tecnica della Cartapesta

La Cartapesta si presta particolarmente alla riproduzione degli stili del passato tipici non solo degli oggetti di questo materiale ma anche delle ceramiche. Dagli stili e dai metodi del passato, seguendo alla lettera ricette e metodi antichi, ci si può ispirare per realizzare gli oggetti del nostro presente, modificandoli in relazione al materiale disponibile.

Due dei motivi per cui la Cartapesta è tanto amata ed usata sono la reperibilità e il bassissimo costo dei materiali. Quest’Arte inoltre può essere praticata in qualsiasi luogo e senza dover acquistare strumenti particolari.

Vi sono varie tecniche di lavorazione della Cartapesta: si possono utilizzare uno stampo o una sagoma, o si può invece realizzare una struttura di sostegno o anima da rivestire. La preparazione della Cartapesta avviene mettendo a macerare la carta in acqua ed aggiungendovi colla e diverse materie di carica (papier mâché) o incollando diversi strati di carta uno sull’altro (cartapesta a strati o giapponese). La Cartapesta che utilizziamo è realizzata con fibre di cotone naturale, carta riciclata senza inchiostri chimici e materiali di recupero. E' una tecnica che unisce la scultura alla pittura e che consente la più totale metamorfosi della materia, con particolari che emergono dalla pura fantasia.

    

Arte e Tecnica della Doratura a Guazzo

La Doratura a Guazzo è il metodo usato fin dai tempi più antichi, le sue origini si perdono nei secoli. Difficoltosa per la delicatezza di tutto il procedimento, è estremamente affascinante. Le fasi di lavorazione sono tante e passa del tempo prima di vedere il lavoro terminato.
Il procedimento è rimasto immutato fin dai tempi più remoti. L'unica attuale diversità, consiste nella laminatura dell'oro, non più eseguita a mano dai "battiloro", ma ottenuta industrialmente.  

Stampa Stampa | Mappa del sito
© PeggyArte Jewels